IL SUD DELLA FRANCIA : da Ventimiglia a saint Jean pied de port


Mi scrivono in molti per avere informazioni sul lungo cammino dall’Italia e viceversa. La parte più ostica é l’attraversamento della Francia che, seppur segnato come GR (653A – 653 – 78), non possiede alloggi come si é abituati in Spagna e quindi , oltre alle difficoltà linguistiche di chi non parla francese, bisogna adattarsi agli usi e costumi locali: prenotare, chiedere nei comuni l’uso dei saloni pubblici o degli spogliatoi sportivi, campeggiare o bivaccare. Questo almeno nella prima parte fino ad Arles. Poi si comincia ad entrare in territorio più frequentato (anche se i numeri sono molto bassi), ma la figura del viandante non viene più confusa con il vagabondo come in Provenza, dove ce ne sono davvero tanti provenienti dall’Est europeo. Si troveranno alloggi pellegrini, anche in famiglia (prima erano a donativo, ma il malcostume del donativo=tutto gratis ha provocato chiusure e prezzi fissi). Più ci si avvicina ai Pirenei e più si troveranno ambienti consoni alla viandanza. Ho messo qui il cammino che più spesso ho percorso, per mia scelta, ma é possibile anche seguire la via d’Arles intera o per i ciclisti fare tutto il Canal du Midi fino a Bordeaux e poi scendere per la via del Litorale verso Bayonne e Irun.

Ogni tanto arrivano aggiornamenti da parte di singoli viandanti che sono riusciti a fare tutto il lungo cammino. Molti invece saltano a pié pari la parte francese (le scuse non mancano) e preferiscono l’autostrada spagnola che non presenta problemi, perdendo cosi’ l’occasione di scoprire terre e genti di altri tempi, tra cui molti emigrati italiani  del secolo scorso. Buona strada! flavio vandoni

il sud della francia- da ventimiglia a st jean pied de port IT2018

Rispondi